Renault annuncia un obiettivo del 10% di veicoli elettrificati in Europa nel 2020

Nuova Hyundai i10
Gennaio 21, 2020
Il Team Renault F1 lancia ufficialmente la sua campagna 2020
Febbraio 24, 2020

Renault annuncia un obiettivo del 10% di veicoli elettrificati in Europa nel 2020

Per raggiungere l'obiettivo di CO2 del 2020, Renault punta a una quota del 10% dei suoi volumi in Europa con veicoli elettrificati, essenzialmente Zoe, la versione ibrida plug-in di Captur e forse Twingo ZE

Parigi – Nel 2019, la CO2 media di Renault in Europa era di 118 g/km e raggiungerà 93 g/km nel 2020. La sfida è notevole poiché il produttore deve ridurre le emissioni medie di CO2 della sua gamma di 25 g in 1 anno. Per raggiungere questo obiettivo, Renault giocherà su tre leve che consentiranno ognuna un terzo della riduzione: elettrificazione della gamma, miglioramento delle emissioni dei motori a combustione interna / gestione della miscela, super credito (ovvero doppio conteggio di veicoli elettrificati) e la graduale attuazione nel 2020. La Renault ha annunciato venerdì di aver come obiettivo una quota del 10% dei suoi volumi in veicoli elettrificati. Dovrebbero essere principalmente le vendite del nuovo Zoe (rilasciato lo scorso ottobre) e del plug-in Captur E-Tech (35 g/km in approvazione NEDC correlata, 35 g/km in WLTP) che saranno lanciati nella seconda metà. Renault ha annunciato che ci sarà una Twingo elettrica senza dare la sua data di lancio, quindi non sappiamo se ci sarà nel 2020 così come un piccolo veicolo urbano con il marchio Dacia, di cui parimenti non conosciamo la data di lancio. Questi veicoli avranno un doppio impatto poiché saranno conteggiati due volte come previsto dalle normative europee nel 2020 (doppio conteggio dei veicoli le cui emissioni di CO2 sono inferiori a 50 g/km). Rappresenteranno un totale di circa 195.000 unità (basate sui volumi di vendita europei nel 2019 a 1.984.821 unità). “Siamo fiduciosi che raggiungeremo il nostro obiettivo CAFE nel 2020. Abbiamo la gamma di componenti elettrici più competitiva sul mercato”, ha affermato Clotilde Delbos, direttore generale ad interim di Renault durante la presentazione dei risultati finanziari della scorsa settimana. Gilles Le Borgne, nuovo direttore dell’ingegneria per Renault da 5 settimane ha stimato che la tecnologia ibrida plug-in (E-Tech) è “molto efficiente in termini di CO2 e allo stesso tempo conveniente”. Clotilde Delbos (che ha detto di aspettare la consegna della sua Zoe personale) ha sottolineato che la nuova Zoe è “la più conveniente in termini di prezzo / autonomia”. Per raggiungere il suo obiettivo CAFE Renault prevede anche una quota del 30% per i modelli diesel e ibridi non ricaricabili, un’offerta che sarà lanciata su Clio E-Tech (90 g/km in omologazione NEDC correlata). La Renault ha anche un obiettivo ambizioso di raggiungere il 10% dei suoi volumi con versioni a GPL sulla gamma Dacia, mentre questa alimentazione è attualmente molto marginale e persino inesistente in Francia. Alla fine, il gruppo Renault prevede di mantenere il 50% dei suoi volumi in versione benzina, che nel 2019 totalizzavano una CO2 media di 120 g/km, valore che appare ancora lontano dall’obiettivo generale del Gruppo.