Sinergie: 5,7 miliardi di € per Renault-Nissan-Mitsubishi

Clio Duel I LOVE MONDAYS
giugno 21, 2018
Dieselgate, il gruppo Daimler costretto a richiamare oltre 700 mila vetture
giugno 21, 2018

Parigi – L’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi annuncia sinergie annuali di € 5,7 miliardi, in crescita del 14% rispetto ai € 5 miliardi del 2016. I membri della più grande alleanza dell’industria automobilistica mondiale beneficiano di ulteriori risparmi e ricavi nonché di misure di riduzione dei costi. Le sinergie illustrano le economie di scala raggiunte all’interno dell’Alliance, il più grande gruppo automobilistico del mondo con vendite cumulative superiori a 10,6 milioni di autovetture e veicoli commerciali leggeri nel 2017. Il CEO dell’Alleanza, Carlos Ghosn, ha dichiarato: “Le sinergie continueranno a crescere nei prossimi anni, alimentate dal rafforzamento della convergenza dell’Alleanza: condivideremo più siti industriali, piattaforme di veicoli e tecnologie, sfruttando al contempo la presenza delle tre società nei mercati maturi o emergente. Confermiamo il nostro obiettivo di generare oltre 10 miliardi di euro in sinergie annuali entro la fine del 2022”. Esempi di nuove sinergie: • Adozione da parte di Mitsubishi Motors delle capacità bancarie di Nissan Sales Finance e Renault RCI Bank and Services, • Benchmark tra Nissan e Mitsubishi Motors nella regione ASEAN, • Condivisione di magazzini di parti di ricambio tra Renault, Nissan e Mitsubishi Motors in Europa, Giappone e Australia. Significative sinergie sono anche raggiunte nel settore manifatturiero attraverso l’uso di piattaforme comuni – che hanno permesso lo sviluppo di Datsun Redi-Go e Renault Kwid – e il processo di cross-manufacturing. La Renault Alaskan, prodotta negli stabilimenti Nissan di Cuernavaca (Messico) e Barcellona (Spagna) ne è un esempio. Inoltre, i costi di trasporto dei veicoli sono diminuiti significativamente nel 2017. Nissan e Mitsubishi Motors hanno quindi mutualizzato il trasporto di veicoli dagli stabilimenti thailandesi ai loro distributori in tutto il mondo.