Renault studia sbarco del crossover Kwid anche in Europa Al lavoro su seconda generazione che rispetta standard Ue

Il bonus di Ghosn legato alle vendite dell’auto elettrica
giugno 29, 2018
Clio Duel Sporter I LOVE MONDAYS
luglio 9, 2018

Roma – Grandi manovre di Renault attorno ad un suo modello, il piccolo crossover Kwid, che è praticamente sconosciuto in Europa ma che rappresenta un elemento forte della presenza industriale e commerciale della Losanga in India e America del Sud. Alcuni prototipi colti dall’obiettivo di Carscoops in Spagna confermano infatti le voci di un imminente restyling e, probabilmente, anche di un più profondo intervento sulla struttura, così da rimediare alla brutta figura fatta da Kwid nei test Global NCAP, dove ha totalizzato zero punti. Una seconda generazione di Kwid, con qualità incrementata, potrebbe preludere ad un debutto di questo crossover di segmento A anche nei nostri mercati. Come scrive al magazine francese AutoPlus Kwid potrebbe diventare il secondo suv della gamma Dacia, al di sotto di Duster e con un prezzo molto ‘attraente’. Presentato nel 2015 come moderna soluzione alle esigenze della clientela ‘giovane’ nei mercati in via di espansione, Kwid è un ‘quasi’ suv lungo 3 metri e 70 cm, dotato di motori benzina 3 cilindri di 0,8 e 1,0 litri, che è realizzato sulla piattaforma CMF-A dell’Alleanza Renault Nissan. Attualmente la produzione è localizzata in India a Chennai e in Brasile a Sao José dos Pinhais.