Renault-Nissan punta a superare la concorrenza sulle nuove batterie

100.000 Renault ZOE!
marzo 21, 2018
L’Atelier Renault crea il primo corner food 100% Renault Sport Formula One Team, una esclusiva mondiale
marzo 23, 2018

Sembra chiaro che l’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi punta a diventare leader nella nuova tecnologia delle batterie a stato solido.

Parigi – L’Alleanza, formata nel 1999 tra i giganti automobilistici francesi e giapponesi, punta entro il 2025 a utilizzare la prossima generazione di batterie all’interno della propria gamma di automobili. Le batterie a stato solido sono più piccole, più economiche e possono funzionare a una capacità superiore rispetto alle alternative, come gli ioni di litio, attualmente ampiamente utilizzati nel settore. Gilles Normand, il capo dei veicoli elettrici di Renault, ha dichiarato al Financial Times che “la tecnologia promette enormi vantaggi rispetto alle attuali batterie agli ioni di litio in termini di costo, densità e stabilità termica … Ci sono molte sfide, ma stiamo facendo ottimi progressi con l’obiettivo di metterlo sul mercato prima del 2030 e, se possibile, entro il 2025 “. Il Gruppo affronta la concorrenza di Toyota e BMW, che prevede di rilasciare batterie a stato solido all’interno delle sue auto durante il 2020. Il potenziale per l’utilizzo di batterie a stato solido viene portato anche a livello statale. Il governo britannico ha recentemente istituito The Faraday Institution per contribuire a fare progressi nella tecnologia delle batterie, e uno dei suoi obiettivi principali è la ricerca di batterie a stato solido. Le vendite di veicoli elettrici, anche se ancora modeste, sono salite alle stelle negli ultimi anni a causa dei costi in calo e della necessità di raggiungere obiettivi di emissioni. Il governo francese ha anche assunto impegni pubblici per passare a forme di trasporto più pulite. Sia la Francia che il Regno Unito prevedono di chiudere le vendite di benzina e diesel entro il 2040; anche la Germania sta cercando di avere un milione di auto elettriche circolanti entro il 2020. I progressi della tecnologia hanno portato gli esperti di energia a fare previsioni che entro il 2040 le vendite di veicoli elettrici potrebbero rappresentare un terzo del parco auto mondiale, per un totale di 530 milioni di veicoli.