L’Alleanza Renault-Nissan-Mitsubishi investe nella gestione dei dati sulla mobilità Alliance Ventures, il fondo di venture capital della Renault-Nissan-Mitsubishi Alliance, ha appena investito nella piattaforma statunitense Coord, specializzata nella gestione dei dati relativi alla mobilità.

Macron allo stand Renault al Mondial de l’Auto
Ott 11, 2018
Gruppo Renault: nuovi accordi nel settore energetico con EDF, Total ed ENEL per la promozione della mobilità elettrica
Ott 12, 2018

Groupe Renault, Nissan Motor and Mitsubishi Motors represent the worldÕs largest automotive alliance. It is the longest-lasting and most productive cross-cultural partnership in the auto industry. Together, the partners sold close to 10 million vehicles in nearly 200 countries in 2016. The member companies are focused on collaboration and maximizing synergies to boost competitiveness. They have strategic collaborations with other automotive groups, including GermanyÕs Daimler and ChinaÕs Dongfeng. This strategic alliance is the industry leader in zero-emission vehicles and is developing the latest advanced technologies, with plans to offer autonomous drive, connectivity features and services on a wide range of affordable vehicles.

Parigi – La start-up americana Coord ha raccolto $ 5 milioni, di cui il principale investitore è la Renault-Nissan-Mitsubishi Alliance, attraverso la società di venture capital Alliance Ventures. L’Alleanza si unisce così al più grande investitore, Sidewalk Labs, una società focalizzata sull’urbanizzazione e la tecnologia di proprietà di Alphabet (un conglomerato di Google). Anche Trucks, Urban.Us, DB Ventures e Joshua Schachter fanno parte del pool di venture capital. “Questa start-up promettente e in crescita è perfettamente in linea con i nostri obiettivi di investimento nel campo dei servizi di mobilità di nuova generazione”, ha affermato François Dossa, direttore di Alliance Ventures. Coord sta sviluppando un’infrastruttura digitale, principalmente per gli sviluppatori, per facilitare il funzionamento delle modalità di trasporto esistenti e sperimentare nuove modalità di trasporto come scooter condivisi o veicoli autonomi, ha spiegato l’Alleanza in un comunicato.